testata ADUC
Stati Uniti d'Europa. Conviene uscire dall'euro? No!
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Primo Mastrantoni
9 dicembre 2016 9:30
 
E' opinione diffusa che l'uscita dall'euro converrebbe al nostro Paese. Non e' cosi'. Vediamo.
All'annucio della volonta' di uscire dall'euro i risparmiatori si precipiterebbero nelle banche a ritirare i propri risparmi e a vendere titoli di Stato e non. Banche, assicurazioni, fondi, ecc., che ne posseggono l'80%, venderebbero i propri titoli pubblici. Lo spread BTP/BUND salirebbe alle stelle. 
Lo Stato dovrebbe emettere titoli ad elevato interesse, aumentando il debito pubblico, e dovrebbe ricorre a drastiche misure di taglio della spesa pubblica con effetti, in particolare, sulla sanita' e sul sistema assistenziale e previdenziale. Le banche, per acquisire liquidita', non potendo rifornirsi dalla BCE, dovrebbero ricorrere al mercato o dichiarare fallimento. Le imprese seguirebbero la sorte delle banche.
Attenzione alle sirene di chi ritiene che la salvezza del nostro Paese passi per l'uscita dall'euro e cavalca il malcontento, come si puo' vedere dal grafico.
Stamperemo la nostra moneta, dicono. Il risultato sara' che per comperare un chilo di pane dovremo andare dal fornaio con una carriola piena di italiche banconote.
Uscire dall'euro ci porterebbe al disastro. 



 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori