(Da 1 a 4 di 4)  
8 marzo 2017 9:13 - macheneso
Il punto è che il mercato italiano è piccolissimo se si guarda alle "grandi aziende" ed è microscopico per medie e piccole capitalizzazioni.
Concentrare l'investimento su titoli che scambiano molto poco rispetto agli analoghi dei mercati più avanzati porta ad un rischio già di suo elevato, peggio ancora se si parla di investimento a scopo previdenziale. I PIR sarebbero validi se ci fosse un mercato sottostante ampio e liquido.
7 marzo 2017 21:55 - immancio
Pessimo articolo... Per caso l'autore conosce il significato dell'investimento finanziario in economia? Non potremo mai diventare un grande paese per questo continuo "chi va là" che genera solo commenti alla "lucilla". Non ci stupiamo se i nostri figli continuano a sognare gli Stati Uniti come meta per i loro sogni... Provinciali si nasce, ma il restare retrogradi è una vera e propria scelta. Auguri
9 febbraio 2017 15:42 - Nonnogiamba
che devo dì... lucilla sei INSUPERABILE!
5 febbraio 2017 18:38 - lucillafiaccola1796
con tutte queste brave persone, incapaci che fanno gli incapaci che ci circondano, i risparmi ce li mangiamo. In fase di risparmio, li mettiamo tutti nel fondo "io melimagno ma non li butto". La cassaforte? Il materasso apriti sesamo che se l'estraneo lo apre per cuccarti i soldi, gli spara le freccette al curaro!
  (Da 1 a 4 di 4)