portale aduc testata sostienici
pay-off
prima paginaprima pagina l'associazione canali di' la tua sos online
naviga
cerca
Buoni Postali Fruttiferi sottoscritti prima del 13 giugno 1986
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
8 novembre 2005 0:00
 
Gentile redazione, Vi scrivo per esternare il mio disappunto e rammarico su un episodio accaduto recentemente di cui sono stato protagonista. Qui di seguito raccontero' cosa mi e' successo. Mi chiamo Alfio nato a Catania nel dicembre del 1974, provengo da una famiglia che ha sempre lavorato in maniera onesta, cercando di mettere al sicuro i propri risparmi per offrire un futuro migliore ai propri figli. Nel lontano 1983, i miei familiari hanno deciso in comune accordo di rivolgersi ad uno dei piu' sicuri istituti di risparmio, le Poste Italiane. Abitando in un piccolo paesino dove tutti si conoscono non e' stato difficile per loro trovare l'impiegato che li consigliasse sul modo migliore per investire i propri risparmi in una formula vantaggiosa, cioe' in Buoni Fruttiferi Postali. Tale investimento si presentava molto invitante; il taglio del buono era di 500.000 lire. Sul retro si leggeva una tabella ben evidenziata sul tasso di interesse che sarebbe stato applicato di anno in anno, e con il passare del tempo (massimo 20 anni) si sarebbe avuto al cambio una somma non indifferente rispetto alla cifra investita. Tutto fila liscio fino a quando i miei genitori non decidono di andare a scambiare il Buono Fruttifero Postale. Cio' avviene nel 2003 e al momento del cambio non gli viene restituita la cifra stabilita dal tasso di interesse previsto sul retro, ma bensi' vengono applicati i nuovi tassi di interesse. Con molto stupore i miei familiari chiedono delucidazioni in merito, il responsabile dell'ufficio risponde che i soldi restituiti dalle Poste Italiane rispettavano perfettamente il tasso di interesse previsto dal nuovo decreto legge. Quindi impossibile attuare il tasso di interesse evidenziato sul retro del buono perche' sono stati aboliti. Ora vorrei fare alcune domande:
1) E giusto che tutto cio' accada?
2) E possibile intervenire dal punto di vista legale, considerando che il Buono Fruttifero Postale e' in realta' un contratto a tutti gli effetti firmato da ambedue le parti?
3) Essendo in possesso di altri Buoni Fruttiferi Postali come mi dovrei comportare per evitare nuove fregature?
Mi sta molto a cuore avere una vostra risposta in quanto sono stati messi in discussione e cancellati non solo i vecchi tassi di interesse ma anche la speranza e i risparmi di tutta una vita dei miei genitori. In attesa di un vostro riscontro, colgo l? occasione per porvi distinti saluti.
Alfio, da Zafferana Etnea

Risposta:
Il Ministro del Tesoro con il decreto del 13 giugno 1986 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 148 del giugno 1986) ha istituito una nuova serie di buoni con la lettera "Q" e ha stabilito che tutti i buoni postali fruttiferi delle serie precedenti fossero convertiti in titoli della nuova serie Q. E' accaduto una sola volta, ora non puo' piu' accadere perche' le norme sono cambiate, ma quel provvedimento e' stato contestato fino davanti alla Corte Costituzionale (principio di uguaglianza dei cittadini) che lo ha ritenuto legittimo. Il Tribunale di Napoli aveva sollevato dubbi di costituzionalita' sul fatto che mentre con le norme successive, in virtu' di un Decreto Legislativo del 1999, un'eventuale variazione sfavorevole dei tassi di interesse andava comunicata direttamente a tutti i possessori di Buoni Postali cui sarebbe spettato il diritto di recesso, tale tutela non era prevista nel 1986. La Corte Costituzionale, pero', ha dichiarato inammissibile la questione con sentenza 333 del 2003, disponibile all'indirizzo web clicca qui Le norme attuali, invece, vietano qualsiasi modifica dei tassi di interesse. Puo' verificare il valore corrente usando il calcolatore clicca qui
-----------------------------------------
Ha risposto Giuseppe D'Orta.
clicca qui
Consulenza
Ufficio reclami
LETTERE IN EVIDENZA
9 novembre 2005 0:00
La garanzia delle polizze dipende dal titolo sottostante e non dalla compagnia assicurativa
9 novembre 2005 0:00
Se riscatto la polizza nei primi anni non ottengo nulla di quanto versato
8 novembre 2005 0:00
Ho venduto le obbligazioni, posso contestare ugualmente?
8 novembre 2005 0:00
In famiglia abbiamo tre polizze Ergo
8 novembre 2005 0:00
Obbligazionista Cerruti
8 novembre 2005 0:00
Buoni Postali Fruttiferi sottoscritti prima del 13 giugno 1986
8 novembre 2005 0:00
Trasferimento titoli e trattamento fiscale
8 novembre 2005 0:00
Aumento di capitale Datalogic
8 novembre 2005 0:00
Obbligazioni vendute in fase di collocamento
5 novembre 2005 0:00
Modalita' di assegnazione dei warrants Parmalat
5 novembre 2005 0:00
Opa volontaria di Allianz sulle azioni Ras
Donazioni
TEMI CALDI
22 novembre 2014 (17 post)
Avvocato Canzona chiede pagamento per libretti antichi
12 novembre 2014 (1 post)
buoni del tesoro 1951: sono prescritti?
11 novembre 2014 (13 post)
OVB - Consulenza patrimoniale srl
10 novembre 2014 (4 post)
Eurizon Gestione Attiva
9 novembre 2014 (18 post)
Atlanticlux High Solution: la solita vergogna
6 novembre 2014 (3 post)
Zero coupon bond scadenza lunga
6 novembre 2014 (2 post)
Obbligazioni in euro. Una sola parola: vendere
1 novembre 2014 (34 post)
Rendita previdenziale: quanto incidono i costi dei prodotti?
30 ottobre 2014 (1 post)
Forexpiu
17 ottobre 2014 (12 post)
Obbligazioni a tasso fisso: alcuni concetti di base
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori