testata ADUC
Estinzione dossier con azioni Cassa Risparmio di Cento invendibili
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
11 maggio 2017 0:00
 
La mia banca un paio di anni fa mi ha proposto di diventare azionista della banca (CARICENTO Ferrara), praticamente non avrei più avuto spese di tenuta conto e mi avrebbero dato qualcosa di interesse. Le azioni sono scese paurosamente di valore e per questo volevo chiudere il conto titoli che mi costa ed inoltre le azioni ormai sono scese talmente di valore che è meglio capitalizzare fino a che sono in tempo. La mia richiesta è questa, la banca può impedirmi di chiudere il conto in quanto ho delle sue azioni praticamente invendibili? Mi hanno anche affibbiato un'assicurazione che non rende niente e vorrei chiudere anche quella.
Gian Paolo, da Ferrara

Risposta:
Riguardo la polizza, non ci sono difficoltà e può disporne come crede. Attento alle condizioni di riscatto anticipato, però.
L'altra, invece, è l'annosa questione dei titoli invendibili o anche finiti in default che impediscono l'estinzione del rapporto.
Le azioni Cassa di Risparmio di Cento hanno visto il loro ultimo scambio sul circuito Hi-Mtf il 29 luglio 2016.
Per svuotare il dossier deve trasferirle in altro suo dossier altrove o anche cederle ad un amico (conseguendo in questo caso la minus fiscale) ma da qualche anno c'è il problema del bollo:
http://investire.aduc.it/articolo/cessione+azioni+fallite+fac+simile+atto+vendita_10487.php
L'autentica della firma per girata può farla la banca stessa.
Un problema enorme è dovuto al fatto che sono pochi gli istituti che non ostacolano questo genere di operazioni.
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori