testata ADUC
Novità: Buoni Fruttiferi Postali BFP3x4
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Marianna D'Alessandro
26 ottobre 2011 17:16
 
Le poste hanno rinnovato la loro offerta di buoni fruttiferi con i “BFP3x4” la cui prima serie T01 è stata emessa il 24 ottobre. La durata massima dell'investimento è 12 anni e i tagli minimi sono di € 50,00 per l'emissione cartacea e di € 250,00 per quella dematerializzata (per sottoscrivere buoni dematerializzati è necessaria la titolarità di un conto corrente postale o di un libretto di risparmio postale- quest'ultimo a costo zero- aventi la medesima intestazione del buono).

La caratteristica peculiare dei “BFP3x4” è quella di riconoscere ogni tre anni gli interessi nel frattempo maturati. Il capitale sottoscritto può essere rimborsato anticipatamente in qualsiasi momento ma in questo caso non vengono corrisposti gli interessi maturati nel triennio in corso (gli interessi maturati nei primi tre anni non vengono corrisposti prima che siano trascorsi tre anni dalla sottoscrizione, gli interessi maturati nel secondo triennio non vengono corrisposti prima che siano trascorsi sei anni dalla sottoscrizione....). A fronte del vincolo triennale i rendimenti riconosciuti sono più elevati rispetto a quelli dei buoni ordinari sulle medesime scadenze:

Anno Rendimento effettivo annuo lordo "BFP3x4" Rendimento effettivo annuo lordo Buono ordinario
3 3,00% 2,07%
6 3,30% 2,37%
9 3,60% 2,61%
12 3,90% 2,92%


Gli interessi maturati sono soggetti all'aliquota fiscale del 12,5% e non è necessario il deposito titoli.
La scelta di sottoscrivere questo prodotto non può prescindere da una valutazione sull'orizzonte temporale dell'investimento, si tratta di uno strumento adatto solo a chi ha la certezza di non aver bisogno delle risorse investite per almeno tre anni, un lasso di tempo abbastanza lungo. Per periodi inferiori si può optare per il "BFPDiciottomesi Plus" (anche questa una novità risalente ad agosto) che a fronte di un vincolo di 18 mesi offre un rendimento del 2,90% annuo lordo.
Si tratta di remunerazioni non competitive rispetto ad altre soluzioni di investimento (conti deposito, Bot...) ma sicuramente adeguate ai piccoli risparmiatori e a coloro che hanno poca esperienza in ambito finanziario e preferiscono anteporre la tutela del capitale alla redditività dello stesso.
Più volte in questo sito abbiamo consigliato di sottoscrivere solo quegli strumenti dei quali si ha una percezione chiara del funzionamento e in questo i buoni fruttiferi non hanno rivali, infatti la parola chiave che li contraddistingue è “semplicità: la struttura del prodotto e le caratteristiche di remunerazione sono accessibili a tutti gli investitori (da questo punto di vista i “BFTpremia” e i buoni “indicizzati a scadenza” risultano meno efficienti in quanto caratterizzati da inutili complicazioni che snaturano l'essenzialità del prodotto).

 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori