testata ADUC
Cattivo pagatore? Che fare
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Redazione
4 febbraio 2020 11:36
 
 Accade talvolta che ci venga rifiutata una pratica per un piccolo prestito. Il motivo principale è che probabilmente siamo stati iscritti in una banca dati per non aver seguito le regole di un precedente credito che ci era stato concesso. Ma non è detto che sia sempre così, come non è detto che la nostra negligenza precedente non sia già stata sanata.

In questo contesto non sono pochi i risparmiatori che scrivono al nostro servizio di consulenza web “Scrivi all’Aduc”, domande a cui rispondono consulenti che prestano volontariamente la loro opera all’associazione. Le lettere vengono poi pubblicate sulla specifica rubrica Cara Aduc.

La lettera che pubblichiamo oggi crediamo possa essere utile ad informarsi.


La lettera inviata ad Aduc
-----------------------------------

Buonasera,
un privato cittadino come può sapere se il suo codice fiscale o quello di un altro cittadino sia inserito nelle liste dei cattivi pagatori?
E' possibile effettuare una procedura di "ricognizione"?
Un ringraziamento


La risposta di Aduc
---------------------------

i principali siti dove verificare la propria esposizione sul sistema sono:
- Crif
- Centrale Rischi della Banca D'Italia per importi superiori ai 30.000 euro
- Centrale allarmi intermbancari (CAI) sempre di Banca D'Italia
Se si vuole un quadro completo è consigliabile richiederle tutte e tre.
Sono servizi gratuiti tranne quello di Crif che è a pagamento e costa 4 euro se vengono rilevate informazioni e 10 euro se non vengono rilevate informazioni.
----------------
Ha risposto Roberto Cappiello
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori