testata ADUC
OPCompany: dopo l'esposto di Aduc, Consob sospende e vieta anche segnalivincenti.net
Scarica e stampa il PDF
Trading forex di Giuseppe D'Orta
4 agosto 2018 10:17
 
  Lo scorso 9 luglio avevamo segnalato alla Consob la palese offerta abusiva di gestioni altrettanto abusive condotta dalla società OPCompany.
Nell'articolo affermavamo:
"Negli elenchi delle imprese di investimento comunitarie, con e senza succursale, tenuti dalla Consob non vi è traccia della Vitesse Capital Limited e nemmeno di OPCompany".
"Vitesse Capital Limited non è autorizzata a Malta alla prestazione del servizio di gestione su base individualizzata di portafogli di investimento, pertanto le sue proposte sono abusive in Italia,
come a Malta, come in ogni altro paese dentro e fuori la UE".
"Altro indizio negativo proviene sempre dal sito internet OPCompany dove si legge di rendimenti stratosferici dei conti gestiti, addirittura il secondo semestre dell'anno passato vedrebbe +175,2% per le opzioni binarie e +154,9% per il mercato Forex. L'anno in corso vede ogni mese con un rendimento di almeno il 16%, senza mai un periodo di guadagno limitato o in perdita.
Infine, nella spiegazione del meccanismo di investimento si parla di "quote" e di momenti di entrata e di uscita. Una terminologia che ricorda determinati meccanismi di investimento finiti molto male. Insomma, ci sono tutte le condizioni normative, ma anche di buon senso, per evitare di investire con OPCompany e Vitesse Capital Limited".


La Consob, che evidentemente era già sulle tracce di OPCompany, ha pubblicato ieri 3 agosto la Delibera 20556 con cui sospende per 90 giorni l'offerta al pubblico condotta da OPCompany. Ci fa piacere constatare nel testo della Delibera una terminologia analoga a quella da noi adottata.

Non finisce qui: la Consob era già intervenuta il 15 maggio a sospendere per 90 giorni l'offerta pubblica effettuata tramite il sito internet www.segnalivincenti.net, con i "pacchetti di investimento" della OPCompany. Sempre ieri 3 agosto, l'offerta è stata definitivamente vietata.
Un analogo provvedimento sarà preso anche nei confronti di OPCompany nei prossimi 90 giorni.

La Consob, anche grazie alle nuove armi messe a disposizione dalla Direttiva Mifid II sta dandosi molto da fare riguardo il contrasto all'abusivismo on line, ma resta il fatto che non può certo intervenire in diretta su ogni offerta abusiva e/o truffaldina, peggio ancora se si pensa che ai truffatori è sufficiente cambiare nome per riprendere l'attività.
Ancora una volta, quindi, fondamentale è la prevenzione.
Nel caso di OPCompany, prima ancora di parlare di licenze, sarebbe bastato leggere i presunti rendimenti delle gestioni per capire che erano troppo belli per essere veri.


Infine, non possiamo non parlare nuovamente di certi "paladini degli investitori". Ci eravamo interessati ad OPCompany dopo la segnalazione di un nostro utente che si era in precedenza rivolto ad un'altra associazione dove, per fare luce su OPCompany, gli avevano proposto di rivolgersi ad un "fiscalista internazionale" loro collaboratore che avrebbe analizzato il tutto, ovviamente a pagamento. Sarebbe simpatico capire a cosa serva un "fiscalista internazionale" quando si parla di proposte di investimento (si fa per dire), ma questo è solo l'inizio della storia.

Addirittura, il responsabile di questa associazione aveva affermato su Facebook che "OPCompany, dalle sue preliminari ricerche e domande effettuate alle autorità competenti (e meno male!), non è stata ritenuta attaccabile". Inoltre, riferendosi al nostro articolo, che "OPCompany è stata diffamata e calunniata palesemente on line". Ancora, aveva parlato col proprietario di OPCompany il quale "lo aveva reso edotto della situazione della sua società che era in via di sviluppo positivo" (e meno male!).

Ora, che il responsabile di un'associazione che -a suo dire- tutela contro le truffe finanziarie sia capace di questa incredibile serie di castronerie può voler dire soltanto due cose:
- Essere un completo incapace: l'assenza di autorizzazioni e le gestioni abusive si vedevano ad occhio nudo, senza nemmeno bisogno di approfondire altro. Peggio ancora se si pensa che era già in essere un provvedimento Consob di sospensione. Nemmeno si può parlare di distrazione, perché egli stesso affermava di aver domandato alle autorità competenti e di essere stato rassicurato dal proprietario della OPCompany, domandando in pratica all'oste se il suo vino era buono.
- Essere uno dei tanti che si sono lanciati nel business legale legato agli infiniti abusivismi ed alle infinite truffe che su internet sono all'ordine del giorno, proponendo degli inutili servizi a pagamento.

Sono pronto a scommettere che il "grande esperto" di cui sopra si proporrà ora ai clienti OPCompany per recuperare il maltolto!
 
 
TRADING FOREX IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori