testata ADUC
Risparmio. Investire tramite un consulente indipendente. Consigli
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Redazione
3 febbraio 2020 10:23
 
 Come investire in modo sicuro e senza regalare inutili soldi alle banche. Domanda frequente che i risparmiatori cercano di porre ovunque. Spesso (troppo) anche a soggetti (bancari e non solo) che sono più interessati a garantirsi in assoluto le proprie commissioni, che non alle stesse in virtù dei guadagni che dovrebbe ricavare il proprio cliente. Premesso che l’investimento sicuro non esiste, non si può dare un consiglio con un minimo di raziocinio senza conoscere bene la situazione personale dell’investitore, entrando realmente nel dettaglio…. Ma il primo passo importante resta la scelta del professionista a cui affidarsi. Professionista che a nostroa avviso è molto meglio che sia indipendente

In questo contesto non sono pochi i risparmiatori che scrivono al nostro servizio di consulenza web “Scrivi all’Aduc”, domande a cui rispondono consulenti che prestano volontariamente la loro opera all’associazione. Le lettere vengono poi pubblicate sulla specifica rubrica Cara Aduc.

La lettera che pubblichiamo oggi crediamo possa essere utile ad informarsi.

La lettera inviata a Cara Aduc
----------------------------------------

buonasera in questi giorni cercando un consulente indipendente mi è apparso il nome di xxxx di Arezzo quindi sono andato nel suo studio, ho anche firmato un contratto, ora pero' ho capito che c'è un inganno: lo avete detto anche voi, c'è di mezzo la banca Widiba e quindi dipende dalla banca. Ho gia provveduto, ho trovato un altro consulente, se volete vi dirò il nome, mi ha detto che è indipendente ed autonomo io non sono in grado di controllare, mi ha detto un'altra cosa: io conosco il promotore della tua banca siamo amici!!! Mi viene il dubbio se sono amici potrebbero avere gli stessi interessi finanziari nei miei confronti?

La risposta di Aduc
-----------------------

Ricercando nei motori di ricerca “consulente finanziario indipendente” è possibile che fra i risultati escano fuori anche dei consulenti finanziari abilitati all'offerta fuori sede, l'importante è che non si dichiarino indipendenti.
Ad ogni modo per verificare che tipo di consulente si ha di fronte, la cosa migliore è andare sul sito dell'OCF (Organismo dei Consulenti Finanziari) e digitare il nome e cognome del consulente.
Nell'albo OCF sono presenti tre sezioni, quella dei consulenti finanziari abilitati all'offerta fuori sede (ex Promotori Finanziari) che lavorano con mandato di una banca, Sim o Sgr; i Consulenti Finanziari Autonomi (ex Consulenti Finanziari Indipendenti) che lavorano senza vincolo di mandato e in totale assenza di conflitto di interessi; e la sezione delle Società di Consulenza Finanziaria, anch'esse indipendenti.
Quindi basta andare al seguente link e troverà con certezza che tipo di professionista ha di fronte.
Che ci sia un rapporto di amicizia fra un consulente indipendente ed un Consulente abilitato all'offerta fuori sede non è un problema, l'importante è che agisca in modo indipendente e sia iscritto nell'apposita sezione degli autonomi dell'Albo OCF.
----------------
Ha risposto Roberto Cappiello
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori