testata ADUC
Offerta Riscatto a condizioni agevolate polizza Provvedo AXA
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
12 settembre 2020 0:00
 
Buongiorno
Ho ricevuto un lettera da MPS/AXA con la richiesta di riscatto a condizioni agevolate.
Gli allego la lettera con tutti i dati.
Chiedo se è conveniente aderire e come re-investire il capitale che verrebbe liquidato. Visto che al momento mi renderebbe il 4 % forse è meglio lasciare tutto li? Tra 7/8 anni spero di andare in Pensione e ho casa di proprietà o una buona liquidità epoche spese straordinarie da sostenere.
Attualmente il premio che verso è di 250 Euro mensili.
La ringrazio per l'attenzione prestata.
Nicola, dalla provincia di LU

Risposta:
la proposta di riscatto agevolato con bonus del 20% fatto dalla Compagnia è stato fatto con lo scopo di liquidare agli investitori il capitale sottoscritto con la clausola del 4% garantito proprio perché in questo momento i mercati, e specie le gestioni separate se sottoscritte oggi, non garantiscono questa percentuale di rendimento.
Poi è molto comprensibile la scelta di lasciare il capitale investito nella polizza dal momento che le garantisce un 4% all'anno.
Tuttavia, dai calcoli presentati nello schema riportato in seconda pagina e che abbiamo verificato anche noi, la scelta di tenere il capitale investito potrebbe non essere quella giusta. Ovviamente, tutto dipende dalle sue necessità.
Come può vedere dalla tabella, se lasciasse investito il suo capitale fino al 2025 otterrebbe un montante di 75.867 € (senza considerare i versamenti mensili che effettuerà da novembre 2020 fino a novembre 2025, perciò il capitale utilizzato per il calcolo del 4% annuo composto è stato fatto su 62.357 €, ovvero il valore di riscatto a novembre 2020) . Mentre se decidesse di aderire oggi alla proposta offerta, otterrebbe entro dicembre un montante di 74.640 €. In sintesi, se smettesse di versare oggi e lascerebbe investito il suo capitale per 5 anni otterrebbe solo 1.200 € in più, mentre aderire le darebbe la possibilità di avere immediatamente 74.640 € da poter investire con altre soluzioni, ma che non le garantiscono il 4 %. Tenga presente che gli importi sopra riportati sono considerati al lordo dell'imposizione fiscale che varierà a seconda dei titoli in cui ha investito la gestione separata.
Dal momento che ci ha fatto presente che tra 7/8 anni dovrebbe accedere alla pensione, una scelta ottimale potrebbe essere quella di aderire alla proposta di riscatto e fare dei versamenti graduali in un fondo pensione. In questo modo avrebbe comunque tutto il capitale alla scadenza e potrebbe anche beneficiare delle deduzioni fiscali che i fondi pensioni offrono (maggiori rispetto alla polizza), oltre che avere una tassazione agevolata sul capitale eventualmente rivalutato.
Alcune ultime considerazioni:
-solitamente le polizze vita collegate a gestioni separate non dovrebbero avere alcun costo di riscatto qualora questo venga esercitato dopo i primi due anni, ma per completezza la invitiamo a rileggere le condizioni di polizza nella sezione Riscatti per vedere se esistono o meno penali a riguardo;
-il fatto di poter ricevere tutto il capitale nel momento in cui va in pensione qualora optasse per il fondo pensione dipende da un calcolo che per semplicità non le riportiamo, ma con accortezza ci rientrerebbe
-il vantaggio della polizza è quella di poterla riscattare in qualsiasi momento, mentre il fondo pensione può essere riscattato solo nel momento in cui va in pensione; perciò deve valutare attentamente se per qualsiasi motivo potrebbe essere necessario aver prima quel capitale;
-tutti i ragionamenti sono stati fatti nell'ipotesi in cui rimane con il capitale investito fino alla data del pensionamento, quindi 7-8 anni, sia se sceglie di continuare a versare i premi nella polizza e sia se decide per il fondo pensione; il discorso cambia se decide di versare i premi anche quando sarà in pensione;
-collegato al punto precedente, la polizza le offre una copertura assicurativa in caso di decesso e ha scadenza illimitato; tuttavia dai documenti che ci ha inviato sembra che in questo caso vengo rimborsato il capitale rivalutato; bisogna vedere se esistono eventuali premi offerti in caso di decesso che si trovano nelle condizioni contrattuali; inoltre la polizza non rientra nell'asse ereditario ed è quindi esclusa dalla tassa di successione.
Come ha potuto vedere, sulla base delle informazioni che ci ha fornito le abbiamo fatto un'analisi imparziale evidenziando i vantaggi e gli svantaggi di una scelta o di un'altra.
Se desidera ricevere una consulenza spot per aiutarla ad effettuare la scelta più corretta in considerazione delle variabili sopra elencate può contattare il nostro consulente di riferimento all'indirizzo pirito@tekta.it
----------------
Ha risposto Simone Pirito: https://www.aduc.it/info/pirito.php
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori