testata ADUC
Tassazione plusvalenze
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
17 dicembre 2021 0:00
 
Ho acquistato tempo fa un titolo della Repubblica Italiana a 100.Adesso intendo venderlo a 120.In mancanza di minus questa differenza verrà tassata. La mia domanda è: all'aliquota agevolata dei titoli di Stato (12,50%) oppure all'aliquota ordinaria (26%)?
Inoltre se ho una plusvalenza per la vendita di un ETF posso compensarla con qualunque tipo di minus o solo su alcune?
Il dubbio mi viene data la complessità della legge sulla tassazione e su come identificare i "redditi diversi" che la legge cita.
Ringraziandovi per la risposta, porgo cordiali saluti.
Giovanni, dalla provincia di CN

Risposta:
La disciplina sulla tassazione/compensazione delle plus/minus effettivamente non è tra le più agevoli in Italia.
Per poter iniziare a districarsi all'interno delle tematiche fiscali in modo semplificato, deve tener presente che esistono due categorie di reddito:
- i redditi di capitale: costituiti essenzialmente da dividendi distribuiti dalle società di capitali, e da interessi che derivano da mutui e da altre forme di impiego del capitale. Purtroppo, la disciplina fiscale italiana considera come redditi di capitale anche le plusvalenze generate da un etf e su questo aspetto ci tornerò a breve per rispondere alla sua domanda;
- i redditi diversi: in questa categoria rientrano i guadagni aleatori o incerti derivanti dal possesso di attività finanziarie, come le differenze di prezzo positive derivanti dal possesso di azioni, obbligazioni e anche derivati.
Fatta questa breve premessa - in cui vorrei sottolineare che non comprende l'intero quadro attuale sulla disciplina fiscale in Italia - ma rappresenta solamente un quadro sintetico per aiutarla a comprendere meglio le risposte relative alle sue domande.
Partiamo dalla prima domanda, ovvero quella relativa alla plusvalenza realizzata sul titolo di Stato. La differenza positiva verrà tassata al 12,5% e rientrerà nella categoria dei redditi diversi e perciò sarà compensabile con eventuali minus pregresse.
Mentre, come ho accennato nella premessa, le plusvalenze realizzate sugli etf rientrano nei redditi di capitale e perciò non possono essere compensabili. Purtroppo questo rappresenta uno dei punti deboli della disciplina fiscale in Italia (in altri ordinamenti questo non succede).
Al contrario, una minusvalenza realizzata su un etf verrà classificata invece come reddito diverso e sarà possibile compensarla solo con le plusvalenze che rientrano in questa categoria (ovvero capital gain su azioni, obbligazioni ecc.)
----------------
Ha risposto Simone Pirito: https://www.aduc.it/info/pirito.php
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS