testata ADUC
Finalmente la BCE ha lanciato eCube, il nuovo strumento non convenzionale di politica monetaria
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Alessandro Pedone
2 luglio 2019 10:52
 
Venerdì 1 Luglio 2022, sarà probabilmente ricordato come una data storica per il sistema finanziario europeo poiché il presidente della BCE, dopo una lunga discussione all’interno del consiglio, ha annunciato il lancio della propria piattaforma di criptomoneta centrale: si chiamerà eCube e sarà disponibile a tutti i cittadini ed aziende europei a partire dal 1 Settembre 2022. 
Dalle prime informazioni, la piattaforma sarà molto simile a l’E-Dollaro, già lanciato ad inizio anno dalla Federal Reserve a seguito della recessione che secondo i dati ufficiali sarebbe tecnicamente in corso a partire dal Settembre scorso. 

La rielezione di Trump con i suoi bellicosi propositi di protezionismo spinto, ha implicato una gelata degli scambi internazionali ai quali tutte le banche centrali del mondo hanno inizialmente reagito tagliando i tassi ed ampliando le politiche di quantitative easing, ma gli effetti sembrano stati molto più sbiaditi rispetto a ciò che era accaduto dopo la prima grande crisi finanziaria del 2008.  Tutti sperano in queste nuove politiche non convenzionali che negli USA sembrano stiano effettivamente iniziare a funzionare. 
L’ultimo trimestre, infatti, avrebbe visto un incremento dei consumi interni in USA, accompagnato, naturalmente da una pesantissima svalutazione del dollaro (siamo ad oltre il 20% dall’inizio dell’anno) ed una ripresa dell’inflazione che ha superato il 3%. 
Quest’ultimo dato, per il momento, non preoccupa la Federal Reserve, secondo le dichiarazioni del suo Presidente, dal momento che - come è noto - l’obiettivo d’inflazione è stato rialzato l’anno scorso al 3%, ma questo livello è simmetrico è di lungo periodo. 

Ma vediamo adesso come funzionerà l’eCube per le imprese ed i cittadini europei a partire da settembre. Non c’è molto da dire. Il funzionamento è simile a quello a cui siamo ormai tutti abituati per scambiarci Libre su Internet o con i taxi driverless di Uber che si  stanno diffondendo da pochi mesi anche nelle nostre città italiane. 
A partire da Settembre, infatti, secondo le dichiarazioni del presidente della BCE, sarà possibile collegarsi presso il sito della banca centrale (www.ecb.eu) e scaricare l’applicazione che funzionerà da portafoglio per gli Euro Elettronici criptati. 
Ricordiamo che su questi portafogli - come come avviene per gli eDollari negli USA, avremo due “tipologie” di conti. 
Sugli euro trasferiti dai conti correnti ordinari, da altri portafogli elettronici e da altre valute (come la Libra), la BCE offre un tasso d’interesse pari all’1% annuo su tutto il denaro trasferito. Grazie a questo tasso d’interesse, la BCE conta di avere lo stesso successo che ha avuto l’eDollaro (che ricordiamo offre il 2,5% ed in soli 3 mesi ha superato Libra sia per  numero di eWallet che per volume delle transazioni).   
Naturalmente, il tasso d’interesse non vale per il denaro che la BCE accrediterà direttamente sui portafogli nell’ambito del nuovo programma di quantitative easing che è stato annunciato a partire da Ottobre del 2022. 
Su tutti i portafogli eCube delle persone fisiche si troveranno ad inizio mese, in via sperimentale fino a Ottobre 2023, 100 euro elettronici a scadenza. Sui conti aziendali, verranno invece versati 100 euro elettronici per ogni lavoratore dell’impresa. Gli euro elettronici che fanno parte di questo nuovo programma di politiche monetarie non convenzionali hanno un tasso d’interesse negativo pari al 1% al mese. La spesa degli euro elettronici, a fronte dell’emissione di una fattura elettronica, invece, frutterà l’1% della transazione in euro elettronici ordinari fino ad un massimo di 300 euro ordinari incassati all’anno. 
Come si può vedere, la struttura dell’operazione è identica a quella progettata dalla Federal Reserve, salvo che il tasso d’interesse è dell’1% invece del 2,5% dell’eDollaro. 
D’altra parte, l’inflazione nell’Area Euro è molto più bassa che negli Stati Uniti e la BCE non ha ancora innalzato il suo obiettivo d’inflazione simmetrico. 

Anche se i portafogli di eCube saranno disponibili solo a partire da Settembre è già possibile lasciare i propri dati per anticipare tutto il processo di identificazione ed accettazione, così da che Settembre basterà scaricare l’applicazione ed inserire i propri codici.
--------------------------------------------------------------------

[Sebbene crediamo sia superfluo, precisiamo che tutto l’articolo è frutto di pura invenzione, ma ha lo scopo di provare a far immaginare quella che potrebbe essere una nuova misura di politica economica non convenzionale in presenza di una possibile nuova crisi economica-finanziaria]

 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori